La Donazione

La Donazione

La Donazione è il
contratto con il quale, per spirito di liberalità, una parte arricchisce
l’altra, disponendo a favore di questa di un suo diritto o assumendo verso la
stessa un’obbligazione. E’quindi un contratto: da ciò discende che,
una volta conclusa, essa è di norma irrevocabile ad opera di una delle parti.

Elemento
essenziale della donazione è la forma: infatti, essa deve essere conclusa per atto
pubblico alla presenza di due testimoni
;
pertanto, l’intervento del notaio è necessario al fine di disporre dei propri
beni a titolo di donazione. La necessità dell’atto pubblico si giustifica
con l’importanza dell’atto di donazione e per gli effetti sul patrimonio del
donante che deve essere, oltre che capace d’intendere di volere, pienamente consapevole
dell’atto che sta facendo e di tutte le conseguenze che ne derivano.

La donazione può
essere revocata nei seguenti casi:

  1. Per ingratitudine del donatario: cioè
    quando il donatario abbia commesso atti particolarmente gravi nei confronti del
    donante o del suo patrimonio;
  2. Per sopravvenienza dei figli: cioè quando
    il dontante abbia dei figli o discendenti, o scopra di averne successivamente
    alla donazione.

La libertà di
donare incontra però dei limiti. Infatti la legge riconosce agli eredi
legittimari una tutela particolare, riservando loro una quota di eredità
(legittima) anche contro una volontà del defunto espressa in una donazione.
Questi soggetti sono i discendenti (figli e nipoti), gli ascendenti (genitori,
nonni, e così via) e il coniuge: se le donazioni, pur sempre valide ed
efficaci, al momento della morte del donante dovessero risultare, dopo calcoli
molto complicati, lesive dei diritti di un legittimario, questo potrà agire in
giudizio per renderle inefficaci (azione di riduzione).

La tutela del
legittimario, inoltre, può coinvolgere anche terzi che abbiano acquistato
diritti dal donatario (comprese le banche che per la concessione di un mutuo
abbiano ricevuto in garanzia un immobile oggetto di donazione). Infatti,
qualora il donatario non abbia beni sufficienti per soddisfare le eventuali
pretese del legittimario, si potrà chiedere la restituzione del bene
all’acquirente stesso (azione di restituzione), il quale avrà la facoltà di
liberarsi con il versamento di una somma corrispondente.

Share

Partners & Sponsor

L'idea

Cercocasa.agency è uno strumento studiato appositamente per i professionisti del settore immobiliare... Approfondisci

Ultime News

Contatti

Per informazioni e contatti.

CercoCasa.agency

Mail: info@cercocasa.agency

Cell: 340 8605427